Chiusura
Vedi tutti
Loading...

La Sanremo più dura di sempre

23/02/2021

La Milano-Sanremo è la prima Classica Monumento della stagione, e storicamente inaugura la primavera del ciclismo mondiale

3 Aprile 1910.

La Milano-Sanremo è la prima Classica Monumento della stagione, e storicamente inaugura la primavera del ciclismo mondiale.

Ma più di una volta l’inverno è stato ancora lì in agguato a tendere tranelli, come dimostra l’edizione del 1910, ricordata come una delle più dure della storia.

Da Milano partirono in 63, sotto un cielo piombato che nascondeva l’alba.

A Pavia iniziò la pioggia, che diventò grandine a Tortona e poi neve salendo da Ovada al Passo del Turchino.

La leggenda vuole che Cyrille Van Houwaert – in quel momento leader solitario della corsa – sul Passo incrociò due sciatori, e viene da chiedersi chi fosse più sorpreso da quell’incontro, se lui o loro.

Lungo la discesa Van Houwaert pensò di averne avuto abbastanza, entrò mezzo assiderato in una casa e si ritirò.

Anche Eugène Christophe, che aveva scollinato secondo, chiese ospitalità in un albergo, per ripartire solo quando dalla finestra vide passare quattro corridori.

Li raggiunse e li staccò tutti, arrivando solitario a Sanremo dopo 12 ore e 24 minuti dalla partenza di Milano.

Il secondo, Giovanni Cocchi, arrivò con 1h01′ di ritardo; il terzo, Giovanni Marchese, a 1h17′.

In totale dei 63 partiti solo 4 tagliarono il traguardo, in quella che si può ben definire la Classicissima più dura di sempre.

Le corse dell’epoca dei pionieri assomigliavano più a delle randonnée che alle gare a cui siamo abituati oggi, in cui lo spirito d’avventura e di adattamento contavano quanto le gambe – e a volte di più.

Forse è per questo che ci piacciono tanto.

top sponsor

official partners

official suppliers